Una nuova via per l'Europa. Il piano della CES su investimenti, crescita, occupazione

Bruxelles 14/02/2014

Si intitola "Una nuova via per l’Europa: il piano della CES per promuovere gli investimenti, la crescita sostenibile e l’occupazione di qualità", il documento di proposta elaborato dalla Confederazione Europea dei Sindacati, approvato nel corso della riunione dell’Esecutivo del 7 novembre 2013 e ora lanciato in tutta Europa...

"La situazione economica e sociale nell'Unione europea, in particolare nei paesi in difficoltà, è allarmante. Deploriamo l’aumento delle disuguaglianze e degli squilibri geografici, nonché l'aumento della disoccupazione, specialmente quella giovanile.
Deploriamo altresì il fatto che i consumi si riducano, la coesione sociale venga messa a repentaglio, l'instabilità politica aumenti, si registri l'ascesa di gruppi anti-europei ed i mercati locali crollino. Questo è il risultato delle politiche di austerità che hanno incentivato la svalutazione interna, la privatizzazione dei servizi pubblici ed il taglio delle retribuzioni, delle pensioni e delle prestazioni sociali. Siamo intrappolati in una spirale economica che ci spinge verso il basso, con un debito pubblico in aumento.
La recessione minaccia di diffondersi in tutto il continente con un impatto sull'economia mondiale. Queste politiche hanno anche aggravato le divergenze economiche e politiche dell’U.E. invece di contribuire a superarle.
La disperazione di molti lavoratori nei paesi più gravemente colpiti porta all’emigrazione di cittadini in cerca di occupazione temporanea o permanente in altri Stati membri dell'U.E. e al di fuori del mercato del lavoro regolamentato, creando pertanto una situazione di mobilità forzata piuttosto che l’auspicata libertà di movimento...".
 
Leggi il documento completo (file .pdf)

11/05/2017
Dibattito a due voci sulla "questione siriana"
>>

30/09/2016
Eurostat. Mercato del lavoro: metà delle donne italiane sono fuori
>>

21/07/2016
Giornata Mondiale della Gioventù 2016
>>

21/07/2016
Italia. Al via l’attuazione della direttiva europea sul distacco transfrontaliero
>>